-

-

-

-

-

    CERIPNEWS ®
NOTIZIE

   Aggiornamenti
   sugli eventi
   scolastici
   più rilevanti

-

-

-

-

-

-

node0744-dalla-scuola
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//27-05-2017//06:00/NODE0744
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Ape Social: la scuola beffata! // La torta divisa male // Prof condannato a Palermo // La protesta a go-gò
-

Ape Social: la scuola beffata!
Alessandro Giuliani, direttore della testata “La Tecnica della Scuola” in un articolo pubblicato ieri (http://www.tecnicadellascuola.it/item/30158-ape-social-scuola-beffata-graduatorie-solo-in-autunno-e-la-pensione-slitta-al-2018.html) osserva che da qualche anno il rapporto dei lavoratori della scuola con i pensionamenti sta diventando davvero complicato. A parte la “vicenda Fornero”, che ha tenuto in servizio per diversi anni migliaia di insegnanti che a dicembre sapevano di avere i requisiti per lasciare il servizio per poi essere bloccati a gennaio dal nuovo dispositivo di legge, l’ultimo papocchio, in ordine di tempo, sembra l’Ape Social (l’anticipo pensionistico, riservato a lavoratori con almeno 63 anni di età e attività difficoltose, come il maestro d’infanzia, con un’anzianità contributiva minima di 36 anni) e dei cosiddetti “Precoci”, ovvero coloro che hanno cominciato a lavorare prima dei 20 anni di età e che hanno, quindi raggiunto i 42 anni di contributi ma non i 62 anni d'età. Ebbene, osserva Giulini, sia per l’Ape Social che per i Precoci, lo “scivolo” si concretizzerà solo in autunno, quindi troppo tardi per permetterne l’adesione al personale scolastico, che ha un’unica “finestra” di uscita dal mondo del lavoro: quella del 1° settembre di ogni anno. Superata la quale, si passa inevitabilmente avanti di 12 mesi.
- - - - -
La torta divisa male
La torta da 1,3 miliardi, in fette da 271 milioni di euro nell’arco di 5 anni, divisa per 180 facoltà universitarie italiane fa registrare un pauroso gap Nord-Sud: le facoltà del Centro e del Nord si aggiudicano l’87% delle risorse, pari a circa 1,2 miliardi in 5 anni, mentre al Sud resterà solo il 13%, cioè 180 milioni sempre in 5 anni!
I rettori di Messina e Palermo sono furenti per tanti motivi, non ultimo per il criterio di valutazione della qualità della ricerca (Vqr) che avrebbe una dimensione statica e non dinamica.
- - - - -

Prof condannato a Palermo
È stato condannato a 2 anni e 10 mesi di reclusione, al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato, il prof di religione di Palermo che avrebbe avuto una relazione con un’alunna 14enne. La vicenda sarebbe iniziata nel settembre 2015, ma i due protagonisti, a quanto pare, si conoscevano già. Il processo è stato velocissimo: dopo l’arresto del prof un anno addietro la Procura aveva chiesto il giudizio immediato per l’imputato che però aveva optato per il rito abbreviato.
- - - - -
La protesta a go-gò
Protestare perché verrà chiesto ai Ds di controllare i vaccini, come s’è detto giovedì nel corso della manifestazione romana dei Ds, è solo ridicolo! Quando c’erano i libretti scolastici per gli alunni, con relativa annotazione del profilo scolastico e delle vaccinazioni, nessuno gridava allo scandalo. In ogni caso i Ds non c’entrano direttamente sul controllo, semmai se ne occupa l’ufficio alunni! Compete invece al Ds, nella qualità, la segnalazione per le inadempienze, esattamente come avviene per l’evasione dell’obbligo ed i casi difficili che si possono verificare a scuola. Quanto ai salari da fame per tutti il personale della scuola, e quindi anche per i Ds, siamo tutti d’accordo, sempre che tutti meritino aumenti e incentivi.

--
--
Carta del Docente - Acquista i ns/ prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom
--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0742-manifestazioni-ds
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//26-05-2017//06:00/NODE0742
--

Manifestazioni regionali e nazionale dei Ds

-
Ieri scuole vuote per le assemblee e manifestazioni della categoria
-

Si è svolta ieri mattina alle ore 11:00, presso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia – Direzione Generale (via G. Fattori, 60 – Palermo) l’assemblea dei Dirigenti scolastici indetta dalle sigle sindacali Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua e Snals Confsal al termine della quale è stato emesso un comunicato unitario.
Erano presenti per la Flc Cgil Antonino Titone, Responsabile nazionale della formazione dei Dirigenti scolastici e Grazia Maria Pistorino, Segretaria generale regionale per la Sicilia; per la Cisl Scuola la Segretaria generale regionale Francesca Bellia; per la Uil Scuola Rua Irene Marcellini Referente Dirigenti scolastici Sicilia. In collegamento via Skipe da Roma Paola Serafin Segretaria nazionale della Cisl Scuola.
Numerosa e partecipata la presenza dei Dirigenti scolastici provenienti da tutte le province siciliane.
All’ordine del giorno lo stato di mobilitazione proclamato dalla categoria teso al raggiungimento di importanti obiettivi quali:
- l’immediata apertura di un tavolo contrattuale per il rinnovo del Contratto di lavoro dell’Area della Dirigenza del Comparto Istruzione e Ricerca, al fine di ricondurre a  contrattazione le materie sottratte attraverso interventi legislativi e per superare le differenze salariali all’interno della categoria e nel rapporto con la Dirigenza pubblica;
- l’eliminazione della valutazione classificatoria dei dirigenti scolastici;
- l’esclusione dalle funzioni della Dirigenza scolastica dei compiti impropri ed estranei  e non di stretta pertinenza al ruolo del Dirigente scolastico, quale garante del servizio educativo di istruzione e formazione;
- la tutela della salute psicofisica dei Dirigenti scolastici  e valutazione dello stress da lavoro-correlato.
Dopo gli interventi delle sigle sindacali si è aperto un vivace dibattito da parte dei Ds sulle varie tematiche poste in discussione; particolare rilevanza ha assunto la richiesta di alleggerimento della pressione lavorativa dei Ds e l’adeguamento del loro salario  corrispondente all’impegno orario ed alla qualità del lavoro svolto. Fra le altre numerose questioni affrontate i Ds hanno spazio e posto all’attenzione delle Segreterie nazionali: la riduzione del personale ATA, la sicurezza sui luoghi di lavoro, la richiesta di riduzione delle reggenze, la semplificazione amministrativa e il rinvio di un anno delle procedure per la compilazione del portfolio.
Chiusi gli interventi una delegazione sindacale  ha consegnato alla dott.ssa Maria Pirajno, in rappresentanza del  Direttore generale  il documento unitario, condiviso dai presenti, nel quale si ribadisce la prosecuzione della mobilitazione.
A margine della manifestazione romana e di quelle regionali la ministra Valeria Fedeli ha affermato che i Ds vanno valorizzati unitamente alle altre figure che operano nella scuola. Ma forse parlarne solo non basta più, occorrono fatti concreti!
I punti caldi delle rivendicazioni sono noti a tutti, ma giova riprenderli:
- rinnovo del CCNL,
- retribuzione equiparata alla dirigenza pubblica,
- sicurezza sui luoghi di lavoro,
- semplificazione amministrativa,
- valutazione equa e adeguata retribuzione di risultato,
- assegnazione alle scuole di Dsga e di Personale di segreteria,
- riduzione del fenomeno delle reggenze,
- revisione del T.U. sulla scuola.
L'incontro al Miur ha consentito di aprire alcuni canali di dialogo con l'Amministrazione e il Governo, che sintetizziamo come appresso:
- Si è ottenuto di evitare gli esiti classificatori della valutazione,
- Sarà aperto un confronto sull'Atto di indirizzo, con date certe,
- Sarà aperto un tavolo per la semplificazione,
- Verrà finanziato il FUN con 10 milioni di euro (una tantum),
- Assunto l'impegno per armonizzare la situazione retributiva,
- Avviare le necessarie azioni per lo stress da lavoro.

--
--
Carta del Docente - Acquista i ns/ prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom
--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0741-ape-sociale
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//26-05-2017//06:00/NODE0741
--

Ape sociale e lavoratori precoci

-
I requisiti minimi per l’anticipo del pensionamento
-

Il DPCM attuativo dell'Ape sociale (legge 232/2016, art. 1 co. da 166 a 186) sarà pubblicato nei prossimi giorni in Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore il giorno successivo alla pubblicazione, ma si resta ancora in attesa delle circolari INPS che forniranno le indicazioni operative per la presentazione delle domande.
Coloro che alla data del 31 dicembre 2017 saranno in possesso dei requisiti richiesti per l'Ape sociale devono presentare le domande entro il 15 luglio 2017, chi  maturerà i requisiti entro il 2018 dovrà presentare la domanda entro il 31 marzo 2018.
Le domande presentate in ritardo ma, in ogni caso, non oltre il 30 novembre di ciascun anno saranno prese in considerazione solo se all’esito del monitoraggio residueranno le adeguate risorse finanziarie.
Emanato anche il DPCM relativo al pensionamento con 41 anni per i lavoratori precoci (legge 232/2016 art. 1 commi da 199 a 203). Le modalità ed i termini di presentazione delle domande sono le stesse previste per l'APE sociale.
Ancora nessuna notizia relativa all’Ape volontaria.

--
--
Carta del Docente - Acquista i ns/ prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom
--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0740-lega-e-moige
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//26-05-2017//06:00/NODE0740
--

Lega e Moige contro l’obbligo delle vaccinazioni

-
Attacco concentrico contro il provvedimento della ministra Lorenzin
-

Continuano gli attacchi concentrici contro il decreto Lorenzin sulle vaccinazioni obbligatorie ancorché edulcorato in risposta alle richiesta della ministra Fedeli e con la mediazione del premier Gentiloni.
Matteo Salvini, leader della Lega Nord, attacca il provvedimento perché ritiene “un errore le vaccinazioni obbligatorie” oltre che un regalo alle multinazionali dei farmaci! Inoltre l’esponente legista afferma anche che dodici vaccinazioni sono troppe, ma non azzarda a fare una gerarchia su di esse, afferma solo che per alcune ci sono controindicazioni e lamenta che alcuni sarebbero a pagamento, nonostante la ministra Lorenzin abbia assicurato che saranno tutti  gratuiti da 0 a 16 anni “per garantire in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale un adeguato livello di prevenzione per la salute pubblica e in particolare per la salute degli nostri figli”.
Anche il Movimento italiano dei genitori (Moige) attacca le vaccinazioni obbligatorie e promuove una petizione “per dare voce a​lle migliaia di​ genitori italiani​ favorevoli a politiche vaccinali efficaci di stampo europeo, ma decisamente contrari alla vaccinazione coatta” e chiedono che il Parlamento non converta in legge questo decreto inaccettabile e incostituzionale e convochi una Conferenza nazionale sul tema della prevenzione vaccinale.

--
--
Carta del Docente - Acquista i ns/ prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom
--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0739-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//26-05-2017//06:00/NODE0739
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: La ministra Fedeli dice no al numero chiuso della “Statale” // Sette scuolabus fuori legge a Teramo! // Mense bio a scuola // La mala-scuola di Napoli
-

La ministra Fedeli dice no al numero chiuso della “Statale”
La ministra del Miur, Valeria Fedeli ha censurato la proposta del numero chiuso adottate per le facoltà umanistiche all’università “statale” di Milano, affermando che “bisogna allargare e non limitare gli ingressi negli atenei!”.
Il rettore Gianluca Vago l’ha presa maluccio, ma s’è consolato con l’intervento inatteso del sindaco Beppe Sala che sarebbe passato da capopopolo della sinistra nella marcia per i migranti a uomo di destra per il numero chiuso perché, a suo dire, sono così non si avranno laureati disoccupati. Intanto a Filosofia si è dimessa la commissione paritetica che monitora l’offerta formativa e la qualità della didattica, e non sarà facile trovare chi preparerà i test d’ingresso.
- - - - -
Sette scuolabus fuori legge a Teramo!
Sono stati fermati alcuni scuolabus, per l’esattezza sette, operativi a Teramo, perché non in regola con le disposizioni del Codice della strada. I controlli effettuati dalla Polizia municipale hanno rilevato anomalie nella documentazione  ed ai mezzi (pneumatici, luci, estintori e martelletti con cui rompere i vetri in caso di emergenza, ecc.).
- - - - -
Mense bio a scuola
Nelle scuole italiane arrivano le mense biologiche certificate: saranno introdotte grazie ad un emendamento alla “Manovrina” presentato dal governo promosso dal ministro Martina e condiviso con Boschi. Fedeli e Lorenzin. L’obiettivo è quello di promuovere e diffondere l’utilizzo di prodotti biologici nell’ambito dei servizi della ristorazione scolastica. A tale scopo è stato creato un Fondo gestito dal Ministero delle politiche agricole, da 44 milioni di euro per ridurre tra l’altro i costi a carico degli studenti.
- - - - -

La mala-scuola di Napoli
Uno studente 13enne ha ferito al gluteo un coetaneo di classe con un coltello, a quanto pare trovato fuori dalla scuola, lungo il perimetro dell’IC di Fuorigrotta. Anche se non c’è stata lite, il ferimento è stato ritenuto dal Ds un fatto gravissimo che ha sanzionato con 10 giorni di sospensione e in attesa della relazione dei docenti.

--
--
Carta del Docente - Acquista i ns/ prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom
--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0736-tar-dà-ragione
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//25-05-2017//06:00/NODE0736
--

Il Tar dà ragione al Ds sul principio di riservatezza sul bonus

-
Non si possono pubblicare i nominativi dei docenti premiati con gli importi
-

Il Tar ha ritenuto legittimo il comportamento del ds che si era rifiutato di rendere pubblici i nominativi e gli importi dei docenti premiati col  bonus.
Ne dà notizia la testata OrizzonteScuola.it precisando che “nel ricorso, attraverso istanza di accesso civico e richiamando sia il principio di trasparenza, sia quello del corretto utilizzo delle risorse pubbliche,veniva richiesto “il prospetto di liquidazione nominale del bonus premiale relativo all’a.s. 2015/2016 con indicata la cifra corrisposta a ciascuno, delle motivazioni che avevano giustificato l’individuazione dei nominativi e l’attribuzione dei singoli importi, i criteri stabiliti dal Comitato di valutazione e i compensi, nominativo per nominativo, dei beneficiari del FIS”.
Il Dirigente della scuola ha risposto negando l’indicazione dei compensi attribuiti ad ogni singolo lavoratore, ma rinviando per quanto riguarda il bonus docenti e i compensi del FIS alle cifre aggregate e per quanto riguarda i criteri formalizzati dal Comitato di valutazione al sito istituzionale (Albo on line e Amministrazione trasparente). Questo per tutelare il principio di riservatezza che non può essere superato dalla disciplina dell’accesso civico.
Il TAR ha sottolineato infatti che “l’accesso civico non può essere usato per superare, in particolare in materia di interessi personali e dei principi di riservatezza, i limiti imposti dalla legge 241 del 1990” che all’art. 24 (c. 6 lett. d) stabilisce che l’Amministrazione possa escludere dall’accesso i documenti che riguardano la vita privata o la riservatezza di persona fisiche, persone giuridiche, gruppi, imprese e associazioni, con particolare riferimento agli interessi epistolare, sanitario, professionale, finanziario, industriale e commerciale di cui siano in concreto titolari: tutto ciò che concerne il trattamento economico/retributivo rientra in pieno in tale ipotesi di tutela di riservatezza”.
La sentenza del TAR – osserva la Testata sopra citata - richiama esplicitamente anche il parere del Garante della privacy del 13/10/2014 (l’accesso ai dati relativi ai compensi è ammesso solo se tali dati sono forniti in forma aggregata) e l’art. 20 del D. lgs. 33/2013 che prevede la pubblicazione dei dati riguardanti l’ammontare dei premi stanziati ed effettivamente distribuiti solo in forma aggregata.

Il comportamento del Ds della scuola, che ha fornito cifre aggregate sia in riferimento al bonus premiale, sia in riferimento ai compensi del FIS, è stato quindi assolutamente corretto e coerente in materia di pubblicazione di dati relativi al bonus e al FIS.
 
--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0735-dalla-scuola
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//25-05-2017//06:00/NODE0735
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Esami I grado e prova Invalsi // Concorso Ds: bando entro luglio, parola di Ministra  // 2ª edizione Olimpiadi di robotica 2017 // Statali italiani vecchi e pronti all’esodo // Licenziati 2 bidelli “fannulloni”
-

Esami I grado e prova Invalsi
La prova Invalsi per le classi III della scuola secondaria di I grado, si svolgerà nell’ambito degli esami di Stato, il 15 giugno p.v. . Come è noto, dovrebbe essere questo l’ultimo anno in cui le “provettine” interferiscono sull’andamento degli esami e sulla valutazione finale degli alunni.

- - - - -

Concorso Ds: bando entro luglio, parola di Ministra
La ministra Valeria Fedeli, a margine dell'evento Young G7 tenutosi a Catania nei giorni scorsi ha annunciato che entro luglio ci sarà il bando del concorso per dirigenti.

- - - - -

2ª edizione Olimpiadi di robotica 2017

In Sicilia il primo e secondo classificato   
La 2ª edizione Olimpiadi di robotica 2017 ha visto come 1° classificato su 23 finalisti: il Self Orientating Neck Natural Yarn (S.O.N.N.Y.) dell’Istituto Tecnico “Archimede” di Catania, insegnante: Domenico Ardito, studenti: Vincenzo Catalano e Giovanni Mirulla; 2° classificato: RobEAR 2.0 dell’I.T.S.T. “E. Morselli” di Gela (CL), insegnante: Pietro Giannone, studenti: Simone Marino e Giuseppe Ferlante.
Gli altri classificati:
- Mulino Tecnologico dell’I.T.T.S. di Argenta (FE), insegnanti: Luigi Doria e Daniele Verri, studenti: Alessandro Zucchini e Mattia Trioschi (3° classificato);
- DuckietownHS dell’I.S.I.S. “Ferraris – Buccini” di Marcianise (CE), insegnante: Antonio Sacco, studenti: Luigi Maietta, Saverio Varletta e Mattia Romanucci (4° classificato);
- REX - Robot Exhibitor dell’I.S. “Carlo Anti” di Villafranca (VR), insegnante: Federico Beghini, studenti: Leonardo Aprili, Pasquale Garofalo e Federico Reggiani (5° classificato).
I primi tre classificati vincono un viaggio a Londra per visitare la mostra “Robots” al Science Museum, il quarto e il quinto classificato ricevono la menzione speciale e 500 euro ciascuno per attrezzare il laboratorio di robotica della scuola.
Le Olimpiadi di Robotica, si precisa nel comunicato stampa del Miur, sono rivolte alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado per promuovere l’attività didattica sperimentale, accrescere le competenze digitali delle ragazze e dei ragazzi, favorire percorsi interdisciplinari e inclusivi, sviluppare il pensiero creativo, la capacità di innovazione, il problem-solving e per incentivare l’orientamento alle carriere scientifiche.
Per partecipare alle Olimpiadi, ogni progetto viene finalizzato alla creazione e alla realizzazione di un automa in grado di compiere un’azione completa in una delle seguenti tipologie: Gioco (ad esempio sport di squadra, scacchi, etc.), Soccorso/Salvataggio, Danza, Esplorazione, Progetti speciali.

- - - - -

Statali italiani vecchi e pronti all’esodo

In Italia ci sono 5,5 impiegati pubblici ogni 100 residenti, una cifra leggermente inferiore rispetto a Germania (5,7), Spagna (6,4) e Regno Unito (7,9), ma se le cose non cambiano nel 2020 1/3 dei dipendenti sarà over 60 (età media 53,6 anni) e in uscita dal lavoro. Secondo i dati previsionali: 232mila persone avranno tra i 65 ed i 67 anni e oltre 603mila tra i 60 ed i 64 anni: una conseguenza del turnover bloccato che ha impedito ai più giovani di entrare nel mercato del lavoro pubblico.

- - - -
-
Licenziati 2 bidelli “fannulloni”
La linea dura nella scuola passa attraverso il licenziamento di due collaboratori scolastici bresi presunti “fannulloni”. I primi, a quanto pare, avrebbe “digerito” il “congedo obbligatorio con preavviso”; il secondo, sembra si prepari a fare ricorso perché il provvedimento sarebbe stato adottato senza preavviso.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0734-incontro-al-miur
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//25-05-2017//06:00/NODE0734
--

Incontro al Miur sulle risorse

-
Per la metà del prossimo mese previsto il tavolo per definire il CCNI sulle economie
-

Nel corso dell’incontro OO.SS-Miur è stato fornito l'ammontare delle economie del MOF 2015/2016 pari a € 3.632.039,85 derivanti prevalentemente dalle risorse della pratica sportiva e delle aree a rischio che andrà ad incrementare il MOF delle scuole con attività di bilinguismo/trilinguismo, l'indennità di direzione al sostituto del Dsga e Convitti ed Educandati per il lavoro notturno e festivo.
Il riparto sarò lo stesso di quanto stabilito nel CCNI 2016/2017 distinto come appresso:
4%    per bi/trilinguismo,
77 % indennità sostituto Dsga,
19%  turni notturni e festivi.
L'integrazione sarà assegnata alle scuole che risponderanno alla specifica rilevazione che il Miur attiverà al più presto.
Il tavolo per definire il CCNI sulle economie è previsto per la metà di giugno.
Nel corso dell’incontro l’Amministrazione ha comunicato alle OO.SS. che è in fase di definizione l'ammontare della quota che sarà a breve assegnata alle scuole come acconto sul Bonus 2016/2017 in ragione di circa l'80% dei 200 milioni previsti dalla legge 107/2015 in quanto il Tar del Lazio non si è ancora pronunciato sul famoso ricorso pendente dallo scorso anno con il quale è stato impugnato il Decreto Ministeriale di riparto dei fondi alle scuola.
 

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0733-alla-statale
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//25-05-2017//06:00/NODE0733
--

Alla “Statale” vince la linea dura

-
Calo stimato: -200 matricole per ogni corso umanistico
-

Il Senato accademico della “Statale” di Milano ha deciso: verrà introdotto da settembre il numero chiuso nei corsi umanistici, ma le posizioni dei docenti sono divergenti: c’è chi sostiene che il diritto allo studio vada salvaguardato proprio con il numero chiuso e chi, invece, considera le matricole una risorsa e quindi niente filtro, semmai bisogna garantire strutture e laboratori a tutti.
I numeri sono indicativi di una diffusa sofferenza nell’adesione alla proposta: 18 sì, 11 no e 6 astenuti.
Subito dopo il voto gli studenti hanno organizzato un flash mob di protesta, anche perché si prevede un calo stimato di almeno 200 iscritti per ciascun corso, stante le quote assegnate: 530 per Filosofia, 550 per Lettere e 480 per Storia.
A settembre chi vorrà iscriversi in queste facoltà dovrà sostenere un test d’ingresso.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0727-tra-proteste-e-spettacolazioni
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//24-05-2017//06:00/NODE0727
--

Tra proteste e spettacolazioni

-
Domani giornata “calda” in tutte le scuole italiane per l’assenza dei Ds
-

I Ds, aderenti ad alcune sigle sindacali, incatenati davanti al Miur e pronti allo sciopero della fame, però a rotazione, tengono banco nelle pagine di alcune ben precise testate giornalistiche molto di più – guarda caso! - delle notizie sulle assemblee unitarie indette dalle restanti sigle sindacali dell’Area V presso gli Uffici Scolastici Regionali, individuati come interlocutori in vece del Miur.
Certo è che domani sarà una giornata “calda” nelle scuole perché, mettiamola come si vuole, è la prima volta che tutte le sigle sindacali della dirigenza  e dall’associazionismo scolastico protesteranno – sia pure con profili diversi e mai uniti nonostante l’interesse comune – per sbloccare una situazione dirigenziale scolastica paradossale, quanto insostenibile.
La protesta è talmente variegata e complessa che rischia di concretizzarsi in poco o niente al termine della giornata di domani, almeno fino a quando i tavoli tecnici non saranno sostituiti da quelli politici.
Come abbiamo scritto nei giorni scorsi ( leggi: 
http://www.ceripnews.it/notizie.htm#node0718-ds-in-mobilitazione ) a parte a questione trita e ritrita della “chiamata diretta” rivendicata da Anp e Dirigentiscuola, a monte ci sono questioni di enorme importanza da affrontare, quali:
- rinnovo del CCNL,
- retribuzione equiparata alla dirigenza pubblica,
- sicurezza sui luoghi di lavoro,
- semplificazione amministrativa,
- valutazione equa e adeguata retribuzione di risultato,
- assegnazione alle scuole di Dsga e di Personale di segreteria,
- riduzione del fenomeno delle reggenze,
- revisione del T.U. sulla scuola.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0726-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//24-05-2017//06:00/NODE0726
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Utilizzazioni anno 2017/2018 // Altra sentenza a favore dei docenti // Privacy e nuove professioni // Formazione docenti on line: aperta  la piattaforma S.O.F.I.A. // Ok del CSPI su concorso Ds, percorsi quadriennali e graduatorie d’istituto
-

Utilizzazioni anno 2017/2018
Oggi nuovo confronto su tutti gli articoli
Continuerà oggi l’incontro al Miur sulle utilizzazioni del personale docente anno 2017/2018. Si procederà all’analisi di tutti gli articoli rinviando ad altro incontro, l’esame dell’articolo relativo alle assegnazioni provvisorie.
- - - - - 
Altra sentenza a favore dei docenti

Il servizio svolto nelle scuole paritarie deve essere riconosciuto con punteggio adeguato!
Il Tribunale di Torino, accogliendo il ricorso di una docente che si era vista scavalcare da altri colleghi con punteggi inferiori perché a lei l’algoritmo farlocco 2016 non aveva conteggiato il servizio prestato nella scuola paritaria, ha condannato ancora una volta il Miur che adesso dovrà ottemperare all’ordinanza giudiziale e pagare anche 3mila euro di spese processuali.
La sentenza torinese va ad aggiungersi alle tante altre che abbiamo riportato in questi mesi e che marcano la pervicace ostinazione di tanti che ancora azzardano gratuite difese d’ufficio sull’algoritmo 2016 che continua a far parlare di sé!

- - - - -


Privacy e nuove professioni
Il Dpo: un’opportunità nuova per un nuovo ruolo
La privacy offre oltre 40mila opportunità di lavoro con la nascente figura del Data protection officer (Dpo), il responsabile della protezione dei dati: un’opportunità nuova per un nuovo ruolo previsto dal Regolamento europeo della protezione dei dati che sarà operativo in tutti i Paesi Ue dal 25 maggio 2018.
Il profilo del Data protection officer è tutto da costruire: è preferibile la laurea, ma non è indispensabile, perché il Dpo è una figura  multidisciplinare e la differenza la farà la formazione e l’esperienza in campo. Il Dpo oltre alla protezione dei dati dovrà saper lavorare in team e dovrà sapersi confrontare con i fornitori.

- - - - -

Formazione docenti on line: aperta  la piattaforma S.O.F.I.A.
La procedura di accreditamento dei soggetti interessati, svolta completamente on line
È aperta alle insegnanti e agli insegnanti la piattaforma digitale S.O.F.I.A. - Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti (sofia.istruzione.it), realizzata dal Miur per la gestione della formazione. 
S.O.F.I.A. consentirà di gestire l’offerta di formazione attraverso una procedura di accreditamento dei soggetti interessati, svolta completamente on line. Inoltre, la piattaforma permetterà di catalogare, a cura degli enti di formazione, le iniziative formative che si intende proporre al personale docente su tutto il territorio nazionale, come previsto dalla Direttiva n.170/2016. Le insegnanti e gli insegnanti potranno iscriversi direttamente attraverso la piattaforma.

PER LEGGERE O SCARICARE IL COMUNICATO E LA NOTA MIUR: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/dettaglio-news/-/dettaglioNews/viewDettaglio/43329/11210  e http://www.istruzione.it/allegati/2017/CIRCOLARE_PIATTAFORMA_SOFIA.pdf

- - - - -

Ok del CSPI su concorso Ds, percorsi quadriennali e graduatorie d’istituto
Via libera del Consiglio, con larga maggioranza, nella seduta del 10 maggio scorso
Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, nella seduta di mercoledì 10 maggio u.s., ha emanato i richiesti pareri su tre questioni poste alla sua attenzione:
- Regolamento sulle modalità di svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso ai ruoli della dirigenza scolastica,
- Piano nazionale di innovazione ordina mentale per la sperimentazione di percorsi quadriennali di istruzione secondaria di II grado,
- Tabelle delle graduatorie di Istituto del personale docente, educativo e Ata.
Su tutti e tre i pareri il CSPI si è espresso a larga maggioranza.
(FONTE: Cisl Scuola News del 17-05-2017//11:46)

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0725-alternanza-scuola-lavoro-sicurezza
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//24-05-2017//06:00/NODE0725
--

Alternanza Scuola-Lavoro & Sicurezza

-
Gli studenti hanno diritto a visita di idoneità, formazione e attrezzatura ad hoc
-

Il quotidiano “Il Sole 24 Ore” del 22-05-2017, in un articolo di Gabriele Taddia, dopo aver declinato le regole generali in materia di alternanza scuola-lavoro, gli obblighi dell’azienda, la sorveglianza sanitaria e l’assicurazione obbligatoria a cura della istituzione scolastica, con 4 schede sintetizza la complessa questione che riteniamo utile proporre ai nostri lettori (Docenti-Tutor e Ds).
Taddia precisa anche che lo studente che inizia un percorso di alternanza scuola-lavoro è equiparato in tutto e per tutto a un lavoratore e le imprese hanno precisi obblighi da rispettare.
Ringraziando l’Autore e la Testata per la gentile concessione, riportiamo le indicazioni pubblicate in calce all’articolo.
-

-
Gli obblighi della scuola
L’istituto scolastico, tramite il suo dirigente che ne diviene responsabile, è tenuto a selezionare e quindi a qualificare le aziende presso le quali inviare gli studenti in alternanza scuola-lavoro, verificandone preventivamente le condizioni di sicurezza legate all’organizzazione dell’alternanza.
Gli adempimenti sono individuati nel “Manuale gestione del sistema sicurezza e cultura della prevenzione nella scuola” a cura dell’Inail e del Miur.

-
La formazione preventiva
Gli studenti inviati alle aziende devono ricevere un’adeguata formazione, sia di carattere generale, sia riferita ai rischi connessi all’attività che andranno a svolgere, come previsto per i lavoratori “ordinari” dall’articolo 36 del Dlgs 81/2008.
Quella sui rischi specifici va impartita dall’azienda.
La formazione deve avvenire prima che lo studente intraprenda il proprio percorso, per consentirgli di affrontare i rischi legati alla sua presenza sul luogo di lavoro.

-
I dispositivi di protezione
Lo studente, al momento del suo ingresso in azienda deve ricevere i dispositivi di protezione individuale (ad esempio casco, scarpe, guanti, occhiali) che sono previsti nel documento di valutazione dei rischi e utilizzarli.
Nel caso di tratti di dispositivi per i quali è necessaria una formazione specifica, l’azienda deve assicurare anche questo tipo di istruzione. Lo studente va formato anche sulle procedure per gestire le emergenze, ad esempio su come si deve comportare in caso di incendio o di terremoto.

-
Le sanzioni
Le sanzioni per omessa formazione, visita di idoneità, consegna dei dispositivi di protezione, sono le stesse previste a carico del datore che omette gli adempimenti nei confronti dei lavoratori.
Sono aumentate le sanzioni per omessa formazione e omessa visita di idoneità se i soggetti interessati sono più di 5 o più di 10.
Si tratta di sanzioni penali, alle quali si aggiungono quelle per omicidio colposo o lesioni in caso di infortunio.

-
FONTE:  Gabriele Taddia: “Scuola-lavoro, percorsi protetti” in “Il Sole 24 Ore” del 22-05-2017)

-
 
--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0724-partito-ape-social
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//24-05-2017//06:00/NODE0724
--

Partito ufficialmente l'Ape social

-
Anticipo pensionistico gratuito fino a tre anni e sette mesi
-

Il 22 maggio scorso, il premier, Paolo Gentiloni, ha firmato il decreto sull’Ape social, che si rivolge:
-  ai lavoratori pubblici e privati con almeno 63 anni di età purché siano disoccupati e che hanno esaurito gli ammortizzatori da almeno tre mesi; 
- ai lavoratori precoci con almeno 41 anni di contributi;
- ai soggetti che assistono il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap grave; 
- agli invalidi civili con un grado di invalidità pari o superiore al 74%; 
- ai dipendenti che svolgono da almeno sei anni in via continuativa un lavoro particolarmente difficoltoso o rischioso (tra i quali operai edili, operatori ecologici, facchini, 
-
ai maestri della scuola dell'infanzia,
- agli infermieri organizzati su turni,
-  ecc),
insomma tutti mestieri ad alto rischio burnout.
Per quest’anno gli interessati potrebbero essere circa 60mila persone (35mila per l'Ape social e 25mila precoci), mentre altri 45mila potrebbero avere i requisiti nel 2018 (20mila Ape social e 25mila precoci).
Le domande dovranno essere presentate entro il 15 luglio in modo da mettere a punto la graduatoria e avere una risposta dall'Inps entro il 15 ottobre.
 In caso di risorse insufficienti avranno la priorità coloro che sono più vicini all'età per la pensione di vecchiaia.
Giova precisare che la misura "social" è sperimentale in vigore dal 1 maggio 2017 al 31 dicembre 2018, mentre quella per i precoci è stabile.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0723-conta-concorsone-2016
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//24-05-2017//06:00/NODE0723
--

Conta-concorsone 2016

-
La testata TuttoscuolA.com continua a pubblicare puntualmente il contatore del concorso 2016
-

Riportiamo dalla nota testata TuttoscuolA.com il contatore del concorsone 2016 aggiornato a ieri (23 maggio 2017):
Graduatorie di merito approvate: 1.340 (93%)
Graduatorie di merito da approvare: 101 (7%)
Posti a concorso: 63.712
Posti delle graduatorie di merito approvate: 43.045 (67,6%)
di cui
Posti coperti: 28.974 (67,3%)
Posti vacanti: 14.071 (32,7%
Proiezione posti vacanti sui 63.712 posti a concorso: 20.827
(Elaborazione esclusiva di TuttoscuolA.com su dati UU.SS.RR.)

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0719-g7-a-catania
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//23-05-2017//06:00/NODE0719
--

Da oggi a Catania il G7 delle scuole

-
Incontro promosso dal Miur con la presenza della ministra Fedeli
-

Da oggi 23 maggio e fino al 25 maggio, a Catania, parte lo YounG7 – il G7 delle Scuole, una simulazione dei lavori negoziali del G7 sui sette temi della Presidenza italiana: management of human mobility, prevention of terrorism, food security and nutrition, women and girls economic empowerment, energy and climate change, education, future of work and of welfare system.
La cerimonia inaugurale si terrà oggi a partire dalle ore 15:30 presso il Teatro Sangiorgi di Catania, alla presenza del sindaco della città metropolitana di Catania Enzo Bianco e della ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli.
Ne dà notizia Pasquale Almirante sulla testata “La Tecnica della Scuola (
http://www.tecnicadellascuola.it/item/30022-a-catania-il-g7-delle-scuole.html ) precisando che l’incontro, promosso dal Miur, coinvolgerà gli studenti di 20 scuole secondarie di II grado provenienti da 18 Regioni italiane che si immedesimeranno nei rappresentanti dei 7 Paesi e nei membri della delegazione di rappresentanza della Ue, simulando le sedute di lavoro alle quali nei giorni successivi parteciperanno i capi di Stato e di Governo.
 attività del G7 delle scuole potranno essere seguite anche attraverso Facebook (facebook/youngseven.g7) e Instagram (instagram/youngseven.g7).
PER LEGGERE O SCARICARE IL PROGRAMMA: http://www.istruzione.it/allegati/2017/young7-brochure-programma.pdf

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0718-ds-in-mobilitazione
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//23-05-2017//06:00/NODE0718
--

Ds in mobilitazione e il Miur tace

-
Le questioni aperte a cui il Governo deve dare risposte – La solidarietà dell’ A.N.Co.Di.S.
-

Nessuna buona notizia, al momento in cui scriviamo, della nuova data per l’incontro previsto tra Sindacati e Miur sulle problematiche dei Ds che hanno portato alle iniziative promosse unitariamente, in particolare i presidi previsti per giovedì 25 maggio.
La scelta dei Direttori regionali, come interlocutori delle manifestazioni, risponde alla necessità di:
- agevolare quanto più possibile la partecipazione dei Ds,
- darne la massima diffusione su tutto il territorio nazionale,
- chiamare in causa l’Amministrazione nel suo insieme e non solo a livello centrale.
Le questioni poste sono di enorme rilevanza:
- rinnovo del CCNL,
- retribuzione equiparata alla dirigenza pubblica,
- sicurezza sui luoghi di lavoro,
- semplificazione amministrativa,
- valutazione equa e adeguata retribuzione di risultato,
- assegnazione alle scuole di Dsga e di Personale di segreteria,
- riduzione del fenomeno delle reggenze,
- revisione del T.U. sulla scuola.
I Ds incassano anche la solidarietà dei Collaboratori-Vicari che, in un comunicato del
Direttivo dell’Associazione Nazionale dei Collaboratori del Dirigente Scolastico (A.N.Co.Di.S.),  condividono il loro disagio ritenendo pienamente fondate le ragioni che hanno portato a tale decisione. I Collaboratori dei Ds comprendono pienamente quanto sia diventato insostenibile gestire una comunità scolastica complessa, caricata di compiti ben lontani dalla mission educativa e di responsabilità distanti dalle finalità educative e formative ma onerose di tempo e di impegno.
Nel comunicato dell’A.N.Co.Di.S. si afferma anche che “è certamente noto che il nuovo modello di scuola è ormai una struttura organizzativa complessa con nuove competenze alcune delle quali distanti dalle ragioni per le quali la scuola svolge la sua missione. Si sono, infatti, molto ampliate e diversificate le competenze e le attività che le scuole sono chiamate a perseguire al proprio interno o in collaborazione con enti esterni o in rete di scopo o di ambito con altre I.S.. In tempi di rapidi cambiamenti è sicuramente importante ed essenziale la competenza del Ds come garante pubblico del progetto educativo didattico; ma occorre avere anche la consapevolezza che non è più sostenibile un ruolo senza la collaborazione di figure di sistema intermedie che lo coadiuvano nella gestione e nella pianificazione del progetto culturale che ogni I.S. si da con il proprio PTOF.”

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0717-leggi-e-contratti
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//23-05-2017//06:00/NODE0717
--

Leggi e contratti si applicano

-
Comunicato unitario dei Ds Flc Cgil, Cisl Scuola , Uil Scuola Rua, Snals Confsal
-

I responsabili delle strutture nazionali di coordinamento dei Dirigenti Scolastici di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal in un comunicato unitario affermano la volontà di dare piena applicazione alle disposizioni contrattuali in materia di passaggio dei docenti da ambito a scuola e rivendicano nel contempo il ritorno al contratto anche di tutte le materie che riguardano il rapporto di lavoro dei dirigenti scolastici (formazione, mobilità, salario accessorio, sanzioni disciplinari, valutazione).
Questo il testo del comunicato:

-
“”” I Dirigenti scolastici applicano leggi e contratti
I dirigenti scolastici di FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal, che rappresentano la maggioranza dei dirigenti scolastici del Paese, attueranno il CCNI sull’assegnazione dei docenti dagli ambiti alle scuole sottoscritto dai Sindacati e MIUR il 12 aprile 2017 perché sanno che i contratti sono fonti di diritto e, in materia di rapporto di lavoro, hanno funzione normativa cogente.
Il CCNI sulla mobilità per l’a.s. 2017/2018, richiamandosi alle indicazioni contenute nella legge 107/2015 e tenendo conto del successivo Accordo Governo-MIUR di Palazzo Vidoni del 2016, ha costruito una procedura che valorizza il ruolo dei dirigenti e del collegio dei docenti.
I dirigenti scolastici di FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal, ritengono che il ritorno, sia pur parziale, della mobilità dei docenti nell’alveo contrattuale rappresenti un primo significativo passo nella direzione del ritorno al contratto anche di tutte le materie che riguardano il rapporto di lavoro dei dirigenti scolastici. Formazione, mobilità, salario accessorio, sanzioni disciplinari, valutazione devono tornare anche per i dirigenti scolastici nella piena disponibilità del negoziato contrattuale
. “””
-
FLC CGIL Gianni Carlini
CISL SCUOLA Paola Serafin
UIL SCUOLA RUA Rosa Cirillo

SNALS CONFSAL Pasquale Ragone 

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0716-aaa-bando-cercasi
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//23-05-2017//06:00/NODE0716
--

AAA … bando concorso Ds cercasi

-
Mancano 1.700 presidi nelle scuole italiane, 1 dirigente ogni 5 scuole!
-

Situazione estrema quella dei Ds che dal 1° settembre mancheranno nelle scuole, mentre il bando del nuovo concorso va avanti lentamente (è approdato al CSPI per la seconda volta per il previsto parere!). Secondo le ultime stime mancano 1.700 Ds nelle scuole italiane (1 dirigente su 5 scuole) mentre si allungano i tempio per il prossimo concorso il cui bando, secondo la Ministra, potrebbe arrivare anche prima dell’estate.
PER LE ULTIME NOVITÀ  SUL CONCORSO:  http://www.ceripnews.it/notizie.htm#node0711-concorso-ds   

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0713-interrogazione-pd
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//22-05-2017//06:00/NODE0713
--

Interrogazione pidiellina sul concorso 2016

-
Il Partito non ha competitor ed interroga i suoi stessi Ministri!
-


Nel gioco delle parti il Partito Democratico non ha competitor! Stavolta è la parlamentare Maria Coscia (PD) che interroga la ministra Valeria Fedeli (PD) sullo stato dettagliato delle procedure concorsuali 2016, alla luce del fatto – peraltro ampiamente noto ad entrambe, grazie agli effetti della legge 107/2015! – che molte delle graduatorie di merito del concorso non sono state ancora pubblicate, per la scuola dell’infanzia diverse commissioni devono ancora concludere le prove scritte ed altre gli orali, per non parlare delle prove suppletive che si sono svolte nello scorso mese di aprile e che comprometteranno inevitabilmente la composizione delle graduatorie e il relativo accesso al ruolo che si prevede per il prossimo anno scolastico.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0712-dalla-scuola
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//22-05-2017//06:00/NODE0712
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: I “poteri dei Ds” – Atenei del Sud in affanno! – Droga, alcol e gioco. Tre patologie inquietanti in Sicilia – Cyberbulli attaccano una studentessa - Il Miur rilancia il progetto “Classi aperte”  - La mobilità nei licei musicali
-

I “poteri” dei Ds
Legittime le sospensioni fino a 10 giorni
In attesa di conoscere i dettagli dei 2 decreti con cui sono stati modificati il TU 165/2001 e il decreto Brunetta del 2009 il vicedirettore de “La Tecnica della Scuola2 Reginaldo Palermo, dà qualche anticipazione sulle nuove regole che coinvolgeranno la scuola. “Complessivamente - scrive Reginaldo Palermo - il decreto consolida i poteri dei dirigenti scolastici in ambito disciplinare e anzi, per certi aspetti, li ampia persino. Una delle norme riguarda la controversa questione della sospensione dall’insegnamento dei docenti: il decreto 150 aveva disposto che la sospensione fino a 10 giorni dovesse essere di competenza del dirigente scolastico. Tuttavia, a causa di una imprecisa formulazione della legge, a partire dal 2010 diversi giudici del lavoro hanno accolto i ricorsi di insegnanti che erano stati sanzionati dal dirigente scolastico. A questo punto con il decreto approvato nella giornata del 19 maggio il Governo ha posto rimedio all’errore e ha inserito una norma assolutamente chiara e inequivocabile: la competenza sulle sospensioni fino a 10 giorni è proprio del dirigente scolastico e non del direttore regionale. Sempre in fatto di materia disciplinare il decreto introduce una modifica assolutamente importante: d’ora innanzi la scadenza dei termini previsti per i diversi atti del procedimento disciplinare non avranno alcuna ricaduta negativa per l’amministrazione. Fino ad oggi, infatti, il mancato rispetto dei termini poteva determinare la nullità dell’intera procedura; d’ora innanzi non sarà più così. Una delle prime conseguenze sarà che la contestazione degli addebiti, che finora doveva essere fatta entro 20 giorni dall’infrazione, potrà essere formulata anche successivamente. Tutta una serie di regole, che finora rappresentavano di fatto, una forma di tutela per i dipendenti vengono quindi cancellate aumentando così i margini di azione dei dirigenti scolastici e della amministrazione scolastica.”
- - - - -
Atenei del Sud in affanno!
I progetti vanno presentati entro il 31 luglio prossimo, saranno premiati i migliori 180
I numeri sono impietosi: fra i 352 dipartimenti universitari eccellenti che si “sfideranno” per conquistare uno dei 180 posti in palio da premiare, solo il 15% (appena 54) sono del Sud. La situazione nazionale è la seguente: Nord-Ovest, 94; Nord-Est, 109; Centro, 95; Sud, 49; Isole, 5. In totale 352.
- - - - -
Droga, alcol e gioco: tre patologie inquietanti in Sicilia
I dati allarmanti impongono una serie prevenzione
Nella top ten delle cose che non vanno, la Sicilia occupa il 3° posto dopo Lombardia e Lazio tra le Regioni dove si registra la quota più alta di reati legati alla droga tra tutti quelli commessi in Italia nel 2015. Spesso la dipendenza da sostanze stupefacenti segue o si lega all’abuso di alcol e gioco d’azzardo praticato dai giovanissimi o adulti con vissuti difficili. Ne parla con dovizia di particolari Alessandra Turrisi sul quotidiano “Avvenire” del 19 maggio scorso, precisando che i dati sono desunti dalla relazione elaborata dal dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio. Un solo dato dà la portata del fenomeno: nel 2015 i Servizi per le dipendenze del Sistema sanitario nazionale in Sicilia hanno preso in carico 9.500 utenti con problemi di tossicodipendenza, mentre risultano in aumento esponenziale i giocatori patologici assistiti (oltre un migliaio nel 2014).
- - - - -
Cyberbulli attaccano studentessa che chiede aiuto alla prof
È accaduto in un istituto professionale di Firenze
La caccia ai cyberbulli è aperta: una studentessa frequentante un istituto professionale di Firenze ha trovato il coraggio di chiedere aiuto alla sua insegnante e denunciare alla Polizia postale l’episodio di cyberbullismo di cui era rimasta vittima. Come è noto la legge, recentemente varata, prevede che ogni istituto individui un docente referente che si occupi di organizzare attività per far comprendere ai ragazzi i confini del cyberbullismo e come ci si difende. Il docente ha il compito anche di segnalare al Ds il caso e questi deve convocare le famiglie, attivare adeguate azioni educative e segnalare l’autore di ingiurie e minacce al Questore che può ammonire il responsabile.
- - - - -
Il Miur rilancia il progetto “Classi aperte”
Ampliati i fondi per consentire al 72,4% elle scuole italiane di svolgere le attività di accrescimento del percorso formativo
Dopo il progetto “Classi aperte 2016”, che ha coinvolto solo le città di Milano, Palermo, Napoli e Roma (400 scuole coinvolte e 10 milioni stanziati), quest’anno il Miur rilancia ed estende l’esperienza in tutta Italia con un finanziamento che consentirà al 72,4% delle 8.281 scuole italiane di prolungare il loro orario di apertura, offrendo ai ragazzi un arricchimento del percorso formativo.
- - - - -
La mobilità nei licei musicali
Indicazioni Miur  impartite con nota n° 0022165 del 19-05-2017
Il Direttore generale del Miur Maria Maddalena Novelli, con nota n° 0022165 del 19-05-2017 ha dettato indicazioni per la mobilità professionale verso le discipline specifiche dei licei musicali. Tutte le operazioni dettagliate nella Nota citata riguardano soltanto il personale già immesso in ruolo che risulti tale a pieno titolo entro la conclusione del presente anno scolastico, sugli spezzoni residui proseguiranno le utilizzazioni del personale già in servizio che non ha potuto accedere alla mobilità professionale secondo le modalità definite in sede di contrattazione della mobilità annuale

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0711-concorso-ds
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//22-05-2017//06:00/NODE0711
--

Il concorso per Dirigenti scolastici

-
Le novità del nuovo Regolamento inviato al CSPI per il prescritto parere
-

Il Miur ha inviato al CSPI il nuovo schema di Regolamento sul concorso per Dirigente scolastico.
Rocco Callà, direttore editoriale di Euroedizioni (
www.euroedizione.it ) ha inviato a tutti gli abbonati ed acquirenti i volumi editi dalla Casa editrice il seguente comunicato sulle novità del Regolamento, che riportiamo di seguito.
-
- Presentazione della domanda:  Le domande per partecipare al concorso do­vranno essere presentate esclu­sivamente via internet, utiliz­zando lo spazio web assegnato ai singoli docenti per la presen­tazione delle istanze, al quale si accede direttamente dal sito del ministero dell’istruzione. Per presentare le domande i docenti dovranno utilizzare username, password e codice personale: gli stessi che servono per inoltrare le domande di mobilità. Nella domanda ogni candidato dovrà specificare la lingua straniera, scelta tra inglese, francese, te­desco e spagnolo, nella quale intenderà sostenere le relative prove.
- Requisiti di ammissione: possono partecipare i docenti di ruolo assunti con contratto a tempo indeterminato, che siano in possesso di laurea oppure di un diploma accademico di II livel­lo. Sono validi anche i diplomi previsti dal vecchio ordinamen­to, purché il possessore di tale tipologia di diploma risulti in possesso anche di un diploma di scuola media superiore. Ol­tre al titolo di studio  sono richiesti almeno 5 anni di servizio, cumulando il servizio di ruolo e non di ruolo. Il servizio non di ruolo per essere considerato valido deve es­sere stato prestato almeno per 180 giorni nell’anno scolastico di riferimento. Se il periodo di ser­vizio non raggiunge i 180 giorni è considerato comunque valido se il periodo sia stato prestato ininterrottamente dal primo febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale.
- Prove concorsuali: Le prove concor­suali  saranno due: una pro­va scritta e un colloquio orale.
La prova scritta consisterà in 5 quesiti a risposta aperta e in 2 quesiti in lingua straniera. Ognuno dei quesiti in lingua straniera sarà articolato in 5 domande a risposta chiusa volte a verificare la  comprensione di un testo sulla lingua prescelta dal candidato. In ogni caso il livello di padronanza che il candidato  dovrà mostrare di possedere non potrà essere inferiore al B2, cioè il livello immediatamente precedente quello che, normalmente, viene attribuito ai laureati in  lingue straniere. La prova orale consisterà in un colloquio tramite il quale la commissione  accerterà la preparazione professionale del candidato e verificherà la capacità di risolvere un caso riguardante la funzione di dirigente scolastico, la conoscenza dell'informatica e della lingua straniera prescelta.
- Preselezione: Se il numero dei candidati sarà superiore al triplo del numero dei posti messi a concorso, come è verosimile, sarà prevista una prova di preselezione. La prova  consisterà in un test articolato  in 100 que­siti a risposta multipla. I quesiti saranno estratti a sorte da  un’apposita banca e saranno pubblicati dal ministero alme­no 20 giorni prima delle prove. Il punteggio massimo totaliz­zabile sarà pari a 100 punti: 1 punto per ogni risposta esatta, 0 punti per ogni risposta non data e una penalità di 0,3 punti per ogni risposta sbagliata. Non è previsto un punteggio mini­mo ai fini dell'ammissione alla prova scritta. Saranno ammessi candidati in numero pari al triplo del numero dei posti messi a concorso e, in ogni caso, saranno ammessi anche i candidati che riporteranno il medesimo punteggio dell’ultimo candidato collocato in posizione utile.
- Formazione e tirocinio:  I candi­dati che supereranno le prove saranno ammessi a un corso di formazione della durata di due mesi, al quale seguirà un periodo di tirocinio di 4 mesi. Al termine sarà compilata una graduatoria nazionale e saranno proclamati vincitori i candidati utilmente collocati in base al numero dei posti messi a concorso.
Materie del concorso
-
Area normativa delle  istituzioni scolastiche, alunni, esami, privacy, organi collegiali, disabilità, sicurezza, con particolare attenzione ai processi di riforma in atto
- Area del diritto civile ed amministrativo con particolare riferimento alle attività scolastiche e alle responsabilità tipiche del dirigente scolastico, nonché penale con particolare riferimento ai delitti contro la P.A. e in danno di  minorenni
- Area della contabilità di Stato, con particolare riferimento alla programmazione e gestione finanziaria presso le istituzioni scolastiche ed educative statali e relative aziende speciali
- Area sulle modalità di conduzione delle organizzazioni complesse, organizzazione del lavoro e gestione del personale scolastico,  con particolare riferimento alla gestione delle istituzioni scolastiche, del RAV e del PdM, della predisposizione e della gestione del PTOF, nel quadro dell'autonomia delle istituzioni scolastiche e in rapporto alle esigenze formative del territori
- Area organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare riferimento all'inclusione scolastica, all'innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica
- Area organizzazione del lavoro e gestione del personale, con particolare riferimento alla realtà del personale scolastico
- Area valutazione ed autovalutazione del personale, degli apprendimenti e dei sistemi e dei processi scolastici
- Area dei sistemi educativi dei paesi dell'Unione europea.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0708-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//20-05-2017//06:00/NODE0708
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Monitoraggio alternanza scuola-lavoro - Pullman a fuoco, salvi bambini e prof - Stop alla Finanziaria-bis dell’ARS - Contrati a t.i. in caduta libera - Graduatoria definitiva (con modifiche imposte dal Tar Sicilia) per l’Avviso 8
-

Monitoraggio alternanza scuola-lavoro
Aperte le funzioni nell’area “Alunni - Gestione alunni – Alternanza scuola lavoro”
Il Miur ha informato le scuole superiori che sono attive nell’area “Alunni – Gestione alunni – Alternanza scuola lavoro” le funzioni per comunicare i dati relativi all’anno scolastico in corso. Il Miur precisa che per agevolare l’attività delle scuole nell’area vengono visualizzati tutti i dati già comunicati negli anni precedenti.
= = = = =
Pullman a fuoco, salvi bambini e prof
Emergenza sull’autostrada Torino-Milano
Un pullman, con a bordo una scolaresca di Padova, ha preso fuoco sull’autostrada Torino-Milano dopo lo scoppio di una gomma posteriore. L’autista ha parcheggiato il mezzo in una piazzola d’emergenza e ha messo in salvo i bambini che erano a bordo e tre insegnanti.
= = = = =
Stop alla Finanziaria-bis dell’ARS
Attività legislativa sospesa fino al 14 giugno
Era nell’aria: la Finanziaria-bis s’è arenata all’Assemblea Regionale Siciliana che chiude per la sosta elettorale fino al 14 giugno. Per discutere ed approvare il maxi testo composto da 90 articoli e oltre 1.000 emendamenti si andrà oltre l’estate. Per memoria si ricorda che si vota l’11 giugno p.v. (1° turno) e il 25 giugno (ballottaggio).
= = = = =
Contrati a t.i. in caduta libera
Finita la “spinta” degli sgravi fiscali per i nuovi posti arriva la paralisi
Secondo i dati Inps, nei primi tre mesi del 2017 sono stati attivati appena 400mila contratti a tempo indeterminato comprese le trasformazioni, con un calo del 7,4% sullo stesso periodo del 2016. Il saldo tra assunzioni e cessazioni da contratti stabili era attivo appena per 17.537 unità, ma in forte calo rispetto al 2016 ed ancora di più sul 2015. È la prova provata che esauritasi quasi del tutto la spinta degli sgravi fiscali per i nuovi posti, il saldo attivo è molto limitato e non è detto che negli altri tre trimestri resti positivo!
= = = = =
Graduatoria definitiva (con modifiche imposte dal Tar Sicilia)
per l’Avviso 8
I Giudici hanno cassato due passaggi del bando che l’Amministrazione è stata costretta ad aggiornare
Pubblicata sul sito del Dipartimento regionale della Formazione professionale della Regione Siciliana la graduatoria definitiva dell’Avviso 8 con le modifiche imposte dal Tribunale Amministrativo Regionale della Sicilia.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0707-adozioni-libri-testo
707--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//20-05-2017//06:00/NODE0707
--

Adozioni libri di testo a.s. 2017/2018

-
La nota 16 maggio 2017, prot. n° 5371
-

Confermate anche per il corrente anno scolastico le istruzioni relative all'adozione dei libri di testo nelle scuole di ogni ordine e grado. Le adozioni sono deliberate dal collegio dei docenti nel rispetto dei tetti di spesa. La nota 16 maggio 2017, prot. n° 5371 conferma le istruzioni impartite con la nota prot. n° 2581 del 9 aprile 2014.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0706-sezioni-primavera
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//20-05-2017//06:00/NODE0706
--

Sezioni Primavera: i fondi a.s. 2016/2017

-
Stanziamento complessivo € 9.907.187,00; alla Sicilia: € 864.897,43
-

Il Direttore generale del Miur, Carmela Palumbo, ha emesso il decreto sul contributo relativo al funzionamento delle Sezioni Primavera per l’anno scolastico 2016/2017, con relativa tabella di ripartizione regionale. Su un totale complessivo di € 9.907.187,00 alla Sicilia sono stati assegnati € 864.897,43.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

NODE0703-cdm-decreti-vaccinazioni


--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//19-05-2017//08:00/NODE0703//2ª EDIZIONE
--

CdM: riforma statali e vaccinazioni

-
I decreti Madia e i vaccini obbligatori all’esame del Governo
-

I decreti Madia arrivano all’esame del Governo. In sintesi:
ASSUNZIONI – Le assunzioni saranno basate sulle piante organiche nel rispetto del fabbisogno concreto. Tetto gli idonei nei concorsi pari al 20% dei posti.
FURBETTI – I giorni lavorativi di venerdì e lunedì diventano da “bollino rosso”; freno ull’accesso ai premi in caso di assenteismo sopra la media.
LEGGI & CONTRATTI – La legge consente al contratto la possibilità di intervenire e di derogare quando questa dovesse invadere profili relativi al rapporto di lavoro pubblico (dalle sanzioni alla mobilità).
LICENZIAMENTI – I tempi per decidere sulla sanzione si riducono da 4 a 3 mesi ed a 1 per i casi di flagranza. Per gli statali resta intatto l’art. 18; viene però messo un tetto massimo al risarcimento pari a 24 mensilità.
PRECARI – Disegnata una road map articolata in un triennio (2018-2020) per assorbire chi è già in servizio nella P.a. Previsto un doppio canale: chi è idoneo di concorso sarà assunto direttamente, per gli altri ci sarà la riserva del 50% dei posti nelle future prove concorsuali.
PREMI – Saltano i premi a pioggia e saltano anche i vincoli della legge Brunetta. I cittadini potranno esprimere parere sulla qualità dei servizi ed il loro giudizio conterà ai fini dei voti che saranno acquisiti in pagella.
Oggi si dovrebbe discutere anche la questione delle vaccinazioni, mentre continua lo scontro  Lorenzin-Fedeli. La prima vuole rendere obbligatorie le vaccinazioni per nido, materna e scuola primaria (copertura da 0 a 10 anni); la seconda, invece, vuole escludere la scuola primaria, quindi con una copertura ridotta da 0 a 6 anni, mentre i vaccini indispensabili potrebbero passare da 4 a 12. Chi ci va di mezzo è la solo la salute dei bambini, ma a quanto pare la responsabile del Miur non molla, semmai propone una multa per i genitori che non vaccineranno i figli.
La proposta, però, è stata bocciata da varie società scientifiche dei medici che hanno definito assurdo sottrarsi all’obbligo delle vaccinazioni pagando una multa! Anche l’Istituto superiore di sanità ha bocciato la proposta ritenendo che le misure alternative ai vaccini non sono risolutive del problema, e l’Accademia dei Lincei, addirittura, si è espressa a favore di una misura che neghi la scuola agli alunni non vaccinati.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0700-calendario-regionale
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//19-05-2017//06:00/NODE0700
--

Il calendario scolastico siciliano a.s. 2017/2018

-
Il D.A. del 17 maggio 2017 con il prospetto mensile delle lezioni
-

Con D.A. n° 3071 del 17-05-2017 l’assessore regionale all’istruzione e alla formazione professionale Bruno Marziano ha decretato il calendario scolastico siciliano per l’anno scolastico 2017/2018. Le lezioni avranno inizio giovedì 14 settembre 2017 e avranno termine sabato 9 giugno 2018 e sono determinate in 206 e/o 205 (se la festa del Santa Patrono locale ricade durante l’anno scolastico) giorni di scuola, come si legge negli allegati al D.A.
PER LEGGERE O SCARICARE IL DECRETO E GLI ALLEGATI:  19-05-17-calendario-regionale-2017-2018

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0699-organici-sicilia
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//19-05-2017//06:00/NODE0699
--

Organici Sicilia: esiti riunione all’USR

-
Previsto un nuovo incontro per discutere su: cattedre orarie esterne,
posti di potenziamento per vicari, posti per progetti nazionali, ecc.
-

A seguito di formale richiesta sindacale, ha avuto luogo, presso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, l’informativa sugli organici del personale docente. I posti, ripartiti per provincia sono 835 comuni e 837 di sostegno. L’Amministrazione regionale tornerà ad incontrare le parti, dopo le informative territoriali, per discutere su: cattedre orarie esterne, posti di potenziamento per vicari, posti per progetti nazionali, ecc. .

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0698-dalla-scuola-nella-scuola
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//19-05-2017//06:00/NODE0698
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Boom di biglietti venduti al Salone internazionale di Torino - Risorse MOF
a. s. 2016/2017 - Regione Siciliana: fornitura gratuita libri di testo -
Assistenza agli alunni H
-

Boom di biglietti venduti al Salone internazionale di Torino
La risposta di Torino a Milano con la XXX edizione della Rassegna
Fino a lunedì prossimo si svolgeranno 3mila eventi al Salone internazionale di Torino che con ben 56mila biglietti già staccati dà una risposta chiara e forte a Milano. Gli ospiti d’onore di questa edizione: Daniel Pennac, Luis Sepulveda, Roberto Saviano, Annie Ernaux, Amitav Gosh e Alicia Giménez-Bartlett.
= = = = =
Risorse MOF a. s. 2016/2017
Attesa della sentenza del Tar Lazio per l’assegnazione del 20% del bonus
Il Miur ha proceduto alla rassegnazione alle scuole delle somme bloccate a dicembre dai POS. Per quanto riguarda i fondi MOF a.s. 2016/2017 ancora il Mef non ha sciolto la riserva; mentre per l’assegnazione del 20% del bonus, si sta ancora aspettando la sentenza del Tar Lazio.
= = = = =
Regione Siciliana: fornitura gratuita libri di testo
Le procedure per il prossimo anno scolastico
Il Dirigente generale Gianni Silvia e il Dirigente del servizio Vita Di Lorenzo, con circolare n° 14 del 17 maggio u.s. indirizzata ai Sindaci dei Comuni della Sicilia per il tramite dei Liberi Consorzi Comunali ha comunicato che l’Assessorato regionale dell’istruzione e della formazione professionale ha attivato le procedure per l’erogazione degli stanziamenti destinati alla fornitura gratuita e semigratuita dei libri di testo per le famiglie con basso reddito, ai sensi dell’art. 27 della legge 448/98.
PER LEGGERE O SCARICARE LA CIRCOLARE:  19-05-17-CIRCOLARE
= = = = =
Assistenza agli alunni H
Le disposizioni del D.L.vo  13-04-2017, n° 66
Il Decreto Legislativo 13-04-2017, n° 66 che detta “Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità [Art. 1, co. 180 e 181, lett. c), della legge 13 luglio 2015, n. 107 che entrerà in vigore il 1-05-2017], stabilisce che sarà il genere degli studenti a determinare quali collaboratori scolasti dovranno occuparsi degli alunni diversamente abili. Gli Ata saranno di ausilio materiale agli alunni portatori di handicap nell’accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all’interno e nell’uscita da esse, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale anche con riferimento alle attività previste dall’art. 47 (incarichi specifici per le attività di assistenza igienica e personale). Tale assistenza dovrà tenere conto principalmente di due fattori: il profilo professionale e il genere dello studente. Infatti, dato che l’assistenza riguarderà anche l’igiene personale, a studentesse saranno assegnate collaboratrici scolastiche, mentre agli studenti dei collaboratori.
PER LEGGERE O SCARICARE IL DECRETO:  http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2017-05-16&atto.codiceRedazionale=17G00074&elenco30giorni=false
PER LEGGERE  O SCARICARE TUTTI I DECRETI:  
http://www.ceripnews.it/in_evidenza.htm#node06792-decreti-attuativi

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0702_assemblea_ds_sicilia
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//19-05-2017//06:00/NODE0702
--

Sicilia: Assemblea Ds e diffide

-
Indetta da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal per il 25 maggio p.v.,
ore 11:00/13:00 presso l’USR Sicilia – Via G. Fattori, 60 - Palermo
-

I segretari generali delle OO.SS. regionali siciliane Graziamaria Pistorino (flc Cgil), Francesca Bellia (Cisl Scuola), Claudio Parasporo (Uil Scuola) e Michele Romeo (Snals Confsal) hanno indetto per il giorno 25 maggio p.v., dalle ore 11:00 alle ore 13:00, presso l’USR Sicilia, un’assemblea regionale dei Ds siciliani.
Unitamente alla convocazione le OO.SS. hanno inviato un fax-simile di Atto di messa in mora e Diffida relativo all’effettiva tutela del diritto alla salute e al lavoro dei dirigenti scolastici (Artt. 4 e 32 Cost.) e Atto di messa in mora e Diffida per non adottare nei confronti dei Ds una valutazione classificatoria degli stessi, lesiva della loro dignità e delle loro prospettive professionali.
PER LEGGERE O SCARICARE LA CONVOCAZIONE E GLI ATTI DI DIFFIDA E MESSA IN MORA:  19-05-17-ds

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0696-atenei-dibattito
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//18-05-2017//06:00/NODE0696
--

Atenei: dibattito sul numero chiuso/aperto per alcune facoltà

-
Perché bisogna aprire le porte a tutti gli studenti. Come fare? Bandire i concorsi, assumere i docenti, rilanciare la ricerca e mettere un freno ai tagli annuali – Nasce ad Enna la nuova Kore
-

Mentre una certa stampa mette in rilievo l’irruzione di un gruppo di studenti “indipendenti” contro il numero chiuso proposto alla “Statale” di Milano anche per le facoltà umanistiche, altra invece punta al dibattito pro-contro il numero chiuso nelle facoltà umanistiche a Milano e altrove. In ogni caso, quello che sta accadendo alla “Statale”, con il Senato accademico paralizzato, deve far riflettere i rettori,la Crui e lo stesso Miur!
Sul caso di specie, entrano nel dibattito cultural-ideologico-politico-organizzativo, grossi calibri quali Giulio Giorello docente proprio alla “Statale” di Milano e Alberto Asor Rosa, ex docente alla “Sapienza” di Roma, come si legge su “la Repubblica” di ieri (17 maggio 2017).
-

-
Nasce ad Enna la nuova Kore
Un imponente ed avveniristico palazzo di 9 piani sorgerà sopra la piazza Antonello da Messina a Enna Bassa per ospitare la nuova Università Kore. Presentata ieri l’opera dal presidente dell’Ateneo Cataldo Salerno, dal rettore Giovanni Puglisi, dagli architetti Gianluca Peluffo e Maurizio Severino e il sindaco Maurizio Dipietro. Costo dell’opera oltre 17 milioni dio euro per cui la Kore ha partecipato a un bando del Miur finalizzato a dare sostegno alle università per migliorare la qualità dei servizi universitari.

-


-
Il primo, giustifica il numero chiuso anche nelle facoltà umanistiche perché, a suo dire, il numero programmato tiene (o dovrebbe) tenere in conto, anno dopo anno, elle esigenze sociali e degli sbocchi occupazionali dei giovani laureati, per non parlare dell’elevato numero degli abbandoni al 1° e 2° anno dei giovani che così buttano via tempo e speranze.
Non la pensa allo stesso modo Asor Rosa, che invece definisce il numero chiuso un’idea mostruosa per nascondere le inefficienze dei nostri atenei, dove non ci sono più né docenti, né aule, né strutture per accogliere gli studenti. Secondo l’ex docente universitario, ed ora scrittore, è grave che invece di accogliere più giovani, invece di formare più laureati, se ne sbarra l’accesso. Peraltro non funzionano i test d’ingresso che sono abnormi e assurdi che non premiano affatto i migliori.
In conclusione, le porte delle università devono essere aperte a tutti, ovviamente garantendo un adeguato livello di insegnamento; il che significa che bisogna fare i concorsi, assumere i docenti, rilanciare la ricerca e mettere un freno ai tagli annuali.
 
--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0695-dalla-scuola
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//18-05-2017//06:00/NODE0695
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Maturità in 4 anni: nuove classi sperimentali dal 2018 – Mobilità Ds anno 2017 –
Fondi alle scuole per gli animatori digitali - Oltre 5mila bambini dicono no alla mensa scolastica
-

Maturità in 4 anni: nuove classi sperimentali dal 2018
Via libera del Miur: programmi ed esami uguali, ma maggiore frequenza con più ore di lezione
Se tutto filerà liscio, dal 1° settembre 2018, 100 classi sperimentali di scuola superiore porteranno a termine gli studi in soli 4 anni. Si tratterà di classi prime di licei, istituti tecnici e professionali, sia statali sia paritari. Le scuole dovranno chiedere l’attivazione dei progetti – che devono essere fortemente innovativi – puntando sul digitale, laboratori, alternanza scuola-lavoro e adesione a progetti di mobilità internazionale. Dal Miur si butta acqua sul fuoco assicurando che “l’operazione sarà fortemente presidiata dal Ministero e ci sarà una vigilanza attenta da parte degli ispettori”. Insomma, sulla carta nessun danno per gli studenti, semmai un surplus di lavoro scolastico in più.
Ed è anche inutile tirare in ballo gli altri Paesi europei, perché il loro curricolo è omogeneo ed unitario e non stato amputato l’anno finale di un percorso nato quinquennale e adesso centrifugato oltre ogni limite di accettabilità, dato che i programmi del corso quadriennale saranno uguali agli attuali quinquennali e gli esami finali saranno uguali per tutti e senza sconti e quindi bisognerà capire se in 4 anni si riusciranno a raggiungere i medesimi obiettivi formativi di un percorso nato ed agito per decenni, di 5 anni.
- - - - -
Mobilità dei Ds anno 2017
Operazioni da concludere entro il 15 luglio p.v.
Emanata la Nota n° 21524 del 15-05-2017 del Miur sulle operazioni di attribuzione degli incarichi per il personale dell’Area V della dirigenza scolastica: conferme, mutamenti, mobilità interregionale con decorrenza 01-09-2017.
La tempistica:
- 16 giugno 2017: termine ultimo per la presentazione sia della domanda per la richiesta di mobilità (da inviare all’USR di appartenenza), sia della domanda di mobilità interregionale con la quale dovrà essere formalmente richiesto anche l’assenso del Direttore generale della regione di appartenenza attuale;
- 3 LUGLIO 2017: termine per gli UU.SS.RR. di appartenenza per inviare tutte le domande, corredate di assenso, agli UU.SS.RR. di destinazione;
- 15 luglio 2017: termine massimo di completamento delle operazioni.
- - - - -
Fondi alle scuole per gli animatori digitali
Assegnati 1.000 euro a scuola da gestire in autonomia
La ministra Valeria Fedeli ha stanziato 8 milioni e 400mila euro per l’attività degli animatori digitali nelle scuole (1.000 euro per scuola da utilizzare per organizzare attività, laboratori e formare la comunità scolastica sui temi del PNSD).
- - - - -
Oltre 5mila bambini dicono no alla mensa scolastica
A parte Firenze, Torino e Milano, al Sud prevalenza dei pasti da casa
Secondo l’ANCI sono oltre 5mila i bambini di 25 città italiane che hanno rinunciato alla refezione scolastica e si portano il pasto da casa. Su questi, circa 4mila solo a Torino. Il dato è emerso al Convegno “Mensa scolastica + sicurezza + qualità + contrasto allo spreco” che si è tenuto a Palazzo delle Aquile di Palermo, presente anche la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli.
nel corso dei lavori è stato osservato che soprattutto nel Sud c’è maggiore abitudine a consumare il pasto portato da casa, non come protesta contro il servizio pubblico, ma come fatto culturale. Diversa la situazione delle città del Nord dove l’allontanamento dal servizio pubblico è stato a seguito delle sentenze del tribunale.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0693-cyberbullismo
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//17-05-2017//14:00/NODE0693//2ª EDIZIONE
--

Cyberbullismo: ok alla legge

-
Votata all’unanimità: 432 favorevoli e 1 sola astensione
-

ROMA - Il testo di legge sul cyberbullismo ha ottenuto il sì definitivo dall’Aula della Camera con 432 favorevoli ed una sola astensione.  

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0688-proposta-pinotti
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//17-05-2017//06:00/NODE0688
--

Sulla proposta Pinotti consensi on-off

-
Le resistente politiche e ideologiche di tanti – Ok della ministra Fedeli – Salvini vuole il ritorno alla leva obbligatoria … “perché i ragazzi devono imparare a usare un’arma”
-

Continua la bagarre sulla proposta della ministra Roberta Pinotti del servizio civile o della leva obbligatoria, con fronti politici e ideologici o pseudo tali, opposti.
La Lega Nord dice no alla Pinotti per bocca di Matteo Salvini e Carlo Giovanardi che, guarda caso, nel governo Berlusconi era responsabile del servizio civile! Salvini, a sua volta, propone come alternativa 6 mesi di servizio militare obbligatorio … “perché i ragazzi devono imparare a usare un’arma”.
Approva la leva obbligatoria anche il responsabile della Comunità Giovanni XXIII, ma non con le stesse motivazioni di Salvini; chiede solo che venga salvaguardato il diritto all’obiezione di coscienza.
Secondo Maurizio Gasparri (FI), il volontariato non può diventare obbligatorio; con l’obbligo – afferma l’esponente forzista – “si rischia che si sfoci in forme di assistenzialismo tese ad ingannare i giovani che hanno bisogno di un lavoro vero”.
Perplesso anche il sottosegretario Luigi Bobba che ha delega in materia, il quale ritiene che il servizio civile debba restare volontario. Plaude, invece, la responsabile del Miur, Valeria Fedeli, che ritiene la proposta “un’opportunità offerta a ragazze e ragazzi di donare il proprio tempo, la propria intelligenza e mettersi a disposizione della comunità”.
Per la segretaria della Cisl, Annamaria Furlan, “il servizio civile obbligatorio può essere un’idea anche positiva se questo serve a introdurre i giovani nel tessuto sociale, a far crescere in loro il senso di responsabilità, ma anche avvicinarsi al mondo del lavoro ed in particolare nei servizi per le comunità”.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0687-presidi-responsabili
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//17-05-2017//06:00/NODE0687
--

Presidi responsabili sul sostegno

-
Devono poter assegnare il docente anche contro il parere dell’USR!
-

Il Gruppo di lavoro sull’handicap ha avanzato una proposta choc ai Ds che però non si adegueranno facilmente: assicurare il sostegno dovuto ai soggetti disabili anche contro il parere dell’USR verso cui va comunque avanzata la richiesta di assunzione in deroga e reperimento di fondi.
Come è noto spesso gli insegnanti assegnati sono inferiori a quelli chiesti e quindi le ore di servizio presso la classe che ospita un alunno disabile vengono ridotte in nome del contenimento della spesa pubblica e contro le stesse decisioni avanzate dal Gruppo di lavoro sull’handicap.
Alla luce della recente sentenza del Consiglio di Stato che ha rigettato l’appello dell’Amministrazione, confermando la decisione del Tar di Firenze, che aveva accolto le ragioni del genitore di uno studente meritevole di 25 ore di sostegno, affermando “il diritto del ragazzo ad avere l’insegnante di sostegno per tutte le ore di sostegno per tutte le ore ritenute necessarie dal Gloh” adesso si punta a sfondare il muro di gomma che finora ha caratterizzato la riduzione delle ore di sostegno in nome dei tagli agli organici ed il contenimento della spesa pubblica.
Per dovere di cronaca giova ricordare che i giudici di Palazzo Spada già nel 2015 si erano espressi in favore dell’assunzione di insegnanti in deroga nel caso di lesione del diritto dell’alunno ad avere le ore di sostegno previste per lui.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0686-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//17-05-2017//06:00/NODE0686
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Organici 2017/2018 – Le classi di concorso - La chiamata per competenze – Cabina di regia sulla dispersione scolastica
-

Organici 2017/2018
Le tabelle diramate dal Miur
Pubblichiamo le tabelle relative agli organici dell’autonomia 2016/2017 e 2017/2018 + organico di sostegno 2017/2018 ed i posti per l’istruzione degli adulti.
PER LEGGERE O SCARICARE LA C.M.: 17-05-17-circolare-organici

PER LEGGERE O SCARICARE LA TABELLA DEGLI ORGANICI:
17-05-17-organici

PER LEGGERE O SCARICARE LA TABELLA DEI POSTI ADULTI: 17-05-17-adulti

- - - - -

Le classi di concorso
Pubblicata dal Miur la corrispondenza delle classi di concorso
Riportiamo la Tabella di corrispondenza delle classi di concorso tra Nuoco Ordinamento (DPR n. 19 del 14-02-2016) e il Vecchio Ordinamento (D.M. n. 39 del 30-01-1998.
PER LEGGERE O SCARICARE IL PDF:  17-05-17-classi-di-concorso

- - - - -

La chiamata per competenze
Indicazioni sindacali per  Ds, Rsu e Collegi dei docenti
Ha suscitato parecchio interesse da parte dei Ds e dei Docenti l’informazione che ho fornito nel corso della trasmissione “Spazio Libero” in diretta streaming di ieri sera (h. 19:00-20:00) sul canale www.streamer.tv/channel/36426/default Radio-Tv Federico Cammarata di Cefalù relativamente alla cosiddetta “chiamata diretta” o meglio “chiamata per competenze” perché, a quanto pare non tutti gli interessati (Ds, Docenti e Scuole) sono stati raggiunti dalle OO.SS. Scuola Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua e Snals Confsal.
Nel tentativo di contribuire a dare un ulteriore servizio all’utenza, riportiamo:
-
- Lettera unitaria di presentazione indirizzata ai Ds e alle Rsu:  17-05-17-lettera

- Linee guida unitarie per l’applicazione del CCNI riguardante l’assegnazione alle scuole
  dei docenti titolari di ambito:  17-05-17-linee-guida

- Fax Simile di bozza di delibera del Collegio dei docenti per l’individuazione dei requisiti
  per il passaggio dei docenti da ambito a scuola:  17-05-17-fax-simile


- - - - -

Cabina di regia sulla dispersione scolastica
Ce la farà l’Italia, entro il 2020, a scendere al 10% per rispettare la strategia di miglioramento?
Entro il prossimo mese di luglio la cabina di regia attivata dalla ministra Fedeli sulla dispersione scolastica, “produrrà un documento operativo per interventi sistemici e di lungo termine con una metodologia d'azione condivisa e partecipata”.
La cabina di regia è presieduta dalla Ministra ed è composta dai rappresentanti del Miur, dell'Associazione dei Comuni Italiani (ANCI), dell'Unione delle Province (UPI), delle Regioni, del Ministero del Lavoro e da tre esperti.
Secondo l’indicatore europeo il fenomeno è relativo alla quota dei giovani tra i 18 e i 24 anni con al più il titolo di scuola secondaria di I grado, o una qualifica di durata non superiore ai 2 anni, e non più in formazione
.
La strategia di miglioramento Europa2020 prevede che l'Italia porti la quota degli abbandoni precoci al 10%; nel 2015 la quota era al 14,7%.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0683-dalla-scuola-nella-scuola
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//16-05-2017//06:00/NODE0683
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Licei brevi: ok condizionato dal CSPI // Il servizio contestato // Che fine ha fatto la legge “dopo di noi”?
-

Licei brevi: ok condizionato dal CSPI
Dopo la firma della Ministra le scuole potranno inviare i progetti al Miur
Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione ha dato il “via libera” alla sperimentazione sui licei brevi (4 anni invece di 5) a condizione che la sperimentazione sia ben monitorata da parte del Ministero, con l’invio di ispettori nelle scuole, che le scuole in sperimentazione assicurino in 4 anni gli stessi obiettivi, con esami di Stato identici ai percorsi quinquennali.
Questa nuova infornata di “sperimentazioni” riguarderà100 classi prime degli istituti superiori; dopo la firma della Ministra le scuole potranno presentare i progetti al Miur. La progettazione, a parte un dettagliato curricolo, deve comprendere anche: il potenziamento della lingua con percorso CLIL, attività laboratoriali e tecnologie digitali, il rafforzamento dell’alternanza scuola-lavoro e progetti su mobilità internazionale.
= = = = =
Il servizio contestato
La proposta Pinotti colpita e affondata appena nata!
Tutti contro la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, che ha osato lanciare un sasso nello stagno con l’ipotesi di un nuovo servizio obbligatorio militare o civile. Secondo alcuni non sarebbe possibile – anche a volerlo! – per mancanza di soldi, per altri detrattori perché esaspererebbe l’omologazione e il controllo, per alcuni ancora perché sarebbe un anno tolto alla professione. Mentre i big delle Forze armate si pongono problemi logistici, oltre che di finanza pubblica, Giordano Bruni Guerri dalle colonne de “il Giornale” di ieri, dice un chiaro e forte Nossignora alla Pinotti perché un ritorno al servizio militare o civile obbligatorio, finirebbe per esasperare quel lavoro di controllo sociale e di omologazione non del tutto perfezionato dalla scuola, da uno Stato già opprimente per omologazione, tassazione, legislazione, regolamentazione, uniformazione. Altro No secco da parte degli studenti perché ritengono ingiusto rubare un anno a chi è impegnato a costruirsi il futuro. Ma oltre al dato professionale, si osserva su “La Stampa” sempre di ieri,c’è anche il lato della vita privata costringendo a fare altro. Secondo la giovane intervistata, sarebbe un ritorno al passato incomprensibile; forse si potrebbe proporre solo a chi è disoccupato o non studia perché in questo caso potrebbe diventare un’occasione di specializzazione o comunque una piccola fonte di reddito.
= = = = =
Che fine ha fatto la legge “dopo di noi”?
Ad un anno dalla sua approvazione siamo all’anno zero!
Che fine hanno fatto le promesse e la legge sui disabili senza genitori? Nulla, a quanto pare, ad un anno di distanza, perché mancano i fondi e le strutture! E così i genitori che sperano nelle tutele dei figli in caso di premorienza, continuano a lamentare le inadempienze della legge sul “dopo di noi”! In assenza di un’anagrafe sulle disabilità, che sarebbe facile realizzare incrociando i dati delle Asl e degli ospedali, ecc, pare sia impossibile fare un’analisi quantitativa o qualitativa e quindi determinare la categoria di intervento. Quanto ai fondi poi, è meglio lasciar perdere: i finanziamenti previsti erano: 90 mln/euro nel 2016, 38,3 mln/euro per il 2017 e 56,18 mln/euro per il 2018, vale a dire circa 400 euro l’anno per un fabbisogno stimato di 2 milioni di persone, a fronte di strutture idonee che costringerebbero lo Stato ad un esborso di non meno di 200 euro al giorno. (Fonte: La Stampa del 15-05-2017)

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0682-manager-perduto
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//16-05-2017//06:00/NODE0682
--

Il manager s’è perduto!

-
Cosa ne pensano i Sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Anp
-

Con la legge 107/2015 ed i decreti attuativi, s’è perduta la “responsabilità dei dirigenti”, uno dei pilastri su cui di fondava la Buona Scuola renziana. Massimiliano Di Pace sul supplemento del quotidiano “la Repubblica” – Affari & Finanza, di ieri (15 maggio 2017), si chiede se a scuola, dopo appena un anno, siano scomparsi i “presidi-manager” perché l’applicazione concreta della legge 107 “ha cancellato uno dei pilastri su cui era fondata, ovvero la responsabilità dei dirigenti”.
Per dirla tutta, ritengo che di responsabilità i Ds ne abbiano ad iosa, semmai avrebbero (il condizionale è d’obbligo, per quello che argomenterò appresso!) quello pseudo-potere assoluto che la Buona Scuola renziana aveva assegnato loro – senza neppure richiederlo da parte di molti! – soprattutto per quanto riguarda la cosiddetta “chiamata diretta” o meglio, come si vuole definirla adesso, “chiamata per competenze” … e sempre che ciò accada davvero!
Perché nonostante gli accordi Miur-OO.SS. e i vademecum sindacali che danno ai Collegi dei docenti e alle Rsu le indicazioni per operare, parecchi Collegi dei docenti sono stati convocati anzitempo (si ricordi che l’Accordo non è stato ancora sottoscritto) e s’è proceduto, sulla base dei dictat del Ds ad individuare criteri general-generici e poco attendibili, che consentiranno così anche quest’anno “licenza di chiamata” a go-gò da parte dei Ds che si erano sentiti sminuiti nel loro ruolo strategico!
Siccome sul preside-manager-leader-sindaco-capoccia ed altro ancora ho già scritto abbastanza, non ci torno sopra e mi limito a riportare i commenti dei segretari generali confederali della scuola e del presidente dell’Anp.
Francesco Sinopoli, segretario generale della Flc Cgil, dice chiaro e tondo che non va bene la legge 107 e parimenti parte dei decreti attuativi che hanno comportato una distribuzione delle poche risorse su tanti temi, contrariamente a quanto indicato dai Sindacati, che avevano suggerito di concentrare le risorse su temi prioritari, quali: riconoscimento
Maddalena Gissi, segretaria generale della Cisl Scuola, rileva che “i motivi dell’insuccesso si rintracciano sia nei tagli del passato, sia nei meccanismi introdotti dalle legge 107/2015, decisi senza nessun confronto con il personale scolastico”.
“Che la riforma della Buona Scuola fosse una forzatura destinata all’insuccesso, afferma
Pino Turi, segretario generale della Uil Scuola, è opinione diffusa. Il trasferimento dei poteri dagli organi collegiali al dirigente scolastico ha introdotto un condizionamento alla libertà della didattica, senza contare che si basava su un presupposto improbabile, ossia che il preside avesse quelle competenze multidisciplinari richieste per scegliere il docente più adatto all’offerta formativa della scuola”.
È invece positivo il giudizio delle OO.SS. Confederali sui due Accordi raggiunti con il Governo che ridanno centralità alla politica scolastica su mobilità e chiamata per competenze, che di fatto – almeno in teoria! – superano alcune problematiche determinate dalla riforma.
Non la pensa allo stesso modo
Giorgio Rembado, presidente dell’Anp, che si lamenta per la mobilità dei docenti dopo i trasferimenti concessa dalla Magistratura o dallo stesso Ministero (sic!), per il bonus che sarebbe stato applicato in modo diversificato dai Ds, per l’alternanza scuola-lavoro essendo le imprese disponibili di gran lunga inferiori alle necessità derivanti dal milione di studenti potenzialmente interessati nel 2016/2017. Infine, come ciliegina sulla torta, Rembado non digerisce gli Accordi Miur-Sindacati che a suo avviso sono in contrasto con la legge 107.
Ovviamente dal presidente dell’Anp nessuna parola sull’algoritmo farlocco e sulla stessa legge 107 che ha sempre appoggiato, come pure su certi straripamenti di alcuni Ds nell’assegnazione delle classi curricolari e dei posti di potenziamento o peggio ancora, dell’indecente scelta di destinare quasi tutte le ore di potenziamento alle sostituzioni come se i docenti a tempo indeterminato fossero precari di lusso, quando anche la stessa legge dettaglia ben altre funzioni, ruoli e competenze, compreso anche le sostituzioni e non solo o prioritariamente le sostituzioni.
Tutti d’accordo le OO.SS. nel sottolineare la latitanza dell’Amministrazione sul bando del prossimo concorso per Ds, che implicherà anche per quest’anno migliaia di reggenze.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0678-innovazione-tecnologica
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//15-05-2017//06:00//NODE 0678
--

L’innovazione tecnologica parte da Palermo

-
In Sicilia non sono le idee a mancare, ma una rete di imprese!
-

Mosaicoon a Isola delle Femmine (Palermo) è il quartiere generale dell’innovazione con 8 uffici tra Europa ed Asia e più di 100 dipendenti all’interno di uno spazio di 20mila metri quadrati.
Come si legge in un articolo di Peppe Aquaro, pubblicato sul “Corriera della Sera” di venerdì 12 maggio u.s., il fondatore di una delle aziende più innovative d’Europa, Ugo Parodi Giusino, 10 anni fa ha fondato Belsito Media, la rampa di lancio per Mosaicoon, dotatasi, nello scorso autunno, di una piattaforma digitale in grado di sviluppare video per più di 130 brand internazionali. Di quanto siano in gamba i ragazzi dell’Isola delle Femmine se ne sono accorti anche i loro coetanei americani. Scrive Aquaro riportando le parole di Parodi Giusino ” Siamo la seconda società di marketing partner di Facebook in Europa e, secondo la celebre classifica americana Inc 5000, l’azienda col più alto potenziale di crescita, ma senza un solo cliente della Sicilia e di Palermo; il Sud, così come la Sicilia, può essere tecnologicamente evoluto, ma nessuno incomincia ad investire”.
Eppure la ricerca tecnologica è vivace all’Università di Palermo: 3 ingegneri under 35 hanno inventato il “nuovo vetro mattone”, battezzato nella startup SBSkin, assieme ad altre invenzioni di cui va fiero il rettore Fabrizio Micari: un involucro edilizio in grado di far risparmiare e produrre energia, oppure le cellule fotovoltaiche di terza generazione che sono colorate e presentano un design accattivante, come i vetri delle ville Liberty di Palermo nate nell’inizio del secolo scorso, che presentavano un’abbondante presenza di vetro mattone.
Oggi al disegno si sostituisce la tecnologia: esiste la versione Light del pannello in vetro-mattone, dove grazie ad un sistema Li-Fi, è possibile monitorare tutti gli aspetti energetici dell’edificio.
In Sicilia, non sono certo le idee a mancare, ma una rete di imprese!

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0677-interesse-bambini
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//15-05-2017//06:00//NODE 0677
--

Nell’interesse dei bambini

-
Esiti dell’Assemblea Generale di EPA
-

Nel corso dell’ultima Assemblea Generale di European Parent Association (EPA) tenutasi a Paphos (Cipro), è stato redatto il documento “Nel migliore interesse dei bambini”, una linea guida preziosa che analizza l’esigenza di offrire ai più piccoli un benessere ottimale per un corretto sviluppo fisico, sociale, emotivo e cognitivo, con particolare attenzione all’istruzione dei minori.
In effetti, al vertice di Barcellona del 2002, il Consiglio d’Europa ha fissato gli obiettivi di assistenza all’infanzia fino al 2010 per almeno il 90% dei bambini dai 3 anni per tutta la scuola dell’obbligo e per il 33% dei bambini sotto i 3 anni anche in funzione delle pari opportunità di occupazione tra uomini e donne. In realtà gli obiettivi di Barcellona sono stati rispettati solo da alcuni Paesi perché ancora la maggior parte delle famiglie non riceve adeguato sostegno ai sensi dell’art. 18 della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo.
Il nervo scoperto – osserva il quotidiano “Avvenire” in un lungo articolo in materia – rimane la qualità della vita dei bambini per la parte educativa e di cura e naturalmente la formazione dei genitori. Obiettivo di EPA è quello di porsi come medium fra famiglie e istituzioni, per promuovere disposizioni finanziarie da parte dei Paesi Ue che garantiscano ai genitori le risorse necessarie anche a riflettere le raccomandazioni dell’Oms, incoraggiando l’allattamento materno fino al primo anno di vita del bambino, e quindi il congedo parentale ed entrambi i genitori, senza alcuna discriminazione di retribuzione e percorsi di carriera.
Nel documento EPA viene dato ampio spazio all’impegno delle istituzioni per evitare la standardizzazione, promuovendo invece politiche che favoriscano la libera scelta dei criteri di genitorialità e i diritti dei bambini in un quadro di recepimento delle varie esigenze, che mutano per ragioni culturali, di appartenenza a territori diversi, sociali ed economiche.

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

node0676-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre
--
 

--
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//15-05-2017//06:00//NODE 0676
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Revisione del Testo Unico // Niente colloqui, si torna alle graduatorie //
Toh, si torna a parlare di concorso per i Ds
// Un ruolo sopra le righe
-

-
Revisione del Testo Unico
La protesta dei sindacati sulla “sopravvivenza del decreto Brunetta
I sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil stanno organizzando a Roma una manifestazione pubblica per giovedì 18 maggio davanti Palazzo Vidoni (di fronte alla sede del Ministero della Funzione Pubblica) per chiedere che “il contratto torni ad essere la fonte principale nelle norme sul rapporto di lavoro pubblico” e rimproverare al Governo “di non aver mantenuto fede agli impegni assunti il 30 novembre con l’accordo politico di massima raggiunto con la ministra Marianna Madia”.
Come è noto, nella scuola sono in discussione le disposizioni sulla valutazione dei docenti e sulla assegnazione del personale docente alle scuole (compresa la cosiddetta chiamata diretta).


= = = = =

Niente colloqui, si torna alle graduatorie
Linee guida di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal sulla chiamata diretta
OO.SS. Scuola Cgil, Cisl, Uil e Snals hanno inviato un ricco dossier ai Ds e alle RSU sulle Linee guida da adottare nella cosiddetta chiamata diretta, con forte protagonismo degli organi collegiali dettagliando in modo minuzioso le modalità operative, senza dare molto spazio né alle interpretazioni né tanto meno alla autonomia delle istituzioni scolastiche.  I collegi dovranno individuare 6 requisiti fra i 18 previsti dal CCNI dell’11 aprile; a questo punto i ds attribuiranno l’incarico al docente con il maggior numero di requisiti e, in caso di parità, dovranno attenersi ai criteri fissati dal collegio dei docenti che, sempre a parere dei sindacati, dovranno fare inevitabilmente riferimento al punteggio della mobilità.
Resta ora da vedere se i Ds iscritti a Cgil, Cisl, Uil e Snals si adegueranno alle indicazioni oppure si atterranno all’Ipotesi contrattuale dell’11 aprile che non parla né di punteggi, né di eliminazione dei colloqui previsti dalla legge 107/2015 e soprattutto bisognerà fare i conti con i tanti Ds dall’io ipertrofico, per non parlare di quelli iscritti all’Anp e altri sindacati categoriali.


= = = = =

Toh, si torna a parlare di concorso per i Ds
Inviato al CSPI l’ennesimo schema definitivo di Regolamento
Il MIUR ha trasmesso al CSPI lo schema definitivo per il concorso a dirigente scolastico a seguito di alcune richieste di modifica avanzate dalla funzione pubblica.
Ammissione - Potranno accedere al concorso solo i docenti a tempo indeterminato con diploma di laurea magistrale, specialistica o vecchio ordinamento, nonché diploma accademico di II livello o diploma accademico di vecchio ordinamento. I precari sono esclusi. L’anzianità di servizio è fissata in 5 anni compreso il pre-ruolo svolto anche nelle scuole paritarie.
Domanda –
La presentazione dell’istanza di partecipazione sarà effettuata tramite piattaforma informatica e si dovrà indicare l’ordine di preferenze tra tutte le regioni per svolgere il corso di formazione e il tirocinio.
Preselezione – La prova pre-selettiva consta in 50 domande a risposta multipla e il valore totale sarà di 100 punti.
Prova scritta - La prova scritta consta in 5 domande in italiano e 2 in lingua straniera (a scelta del candidato tra inglese, francese spagnolo o tedesco). Ciascun quesito sarà articolato i 5 domande a risposta chiusa. Le tematiche che riguarderanno gli scritti saranno normativa scolastica; modalità di conduzione di organizzazioni complesse, con particolare riferimento alle istituzioni scolastiche; organizzazione degli ambienti di apprendimento; organizzazione del lavoro e del personale; valutazione e autovalutazione del personale, degli apprendimenti, dei sistemi e dei processi scolastici; diritto civile e amministrativo; contabilità di Stato; sistemi educativi dei Paesi dell’U.E.
Prova orale – La prova orale consiste in un colloquio sulle stesse tematiche individuate per lo scritto. Inoltre, saranno effettuate delle domande sulla conoscenza degli strumenti informatici e tecnologie in uso nelle scuole, nonché sulla conoscenza della lingua straniera.
Formazione – Il corso di formazione, articolato in 4 moduli, consta in 2 mesi di formazione generale (durata: 240 h minimo di frequenza 180 h) + 4 mesi di tirocinio integrati da momenti di formazione erogabili anche a distanza + 1 colloquio finale. Il corso sarà valutato da una commissione.
Tirocinio - Dopo il corso si svolgerà il tirocinio che avrà durata di 4 mesi. Il candidato sarà affiancato da un Ds come tutor.
Colloquio finale - I candidati dovranno affrontare un colloquio orale finale e redigere una relazione scritta.
Graduatoria – La graduatoria sarà nazionale e verrà redatta sulla base del punteggio conseguito da ciascun candidato al colloquio finale.

= = = = =

Un ruolo sopra le righe
Shampoo agli studenti e frasi umilianti scritte su un cartello che l’alunno ha dovuto portare in giro per l’istituto, ma stavolta il “bullo” è il preside!
Un Ds, nel 2015, si era reso protagonista di abuso di mezzi di correzione e di disciplina nei confronti di 3 studenti
Ha patteggiato, davanti al giudice, una condanna di 4 mesi di reclusione con la condizionale, il preside di un Istituto Aeronautico del Bergamasco per abuso di mezzi di correzione e di disciplina nei confronti di 3 studenti.
Secondo la ricostruzione dei fatti a cura del Pm, nell’ottobre del 2015 il Ds, durante la mensa, avrebbe versato il contenuto di una lattina di CocaCola e della schiuma da barba sulla testa di 2 ragazzi di 16 anni, per punire uno dei due che si era reso responsabile di un fatto grave in convitto: aveva spruzzato della lacca sui capelli di un compagno e dato fuoco alla sostanza, rischiando di bruciargli un occhio. Dopo la punizione, se uno dei due ci aveva riso sopra, l’autore della bravata aveva subito l’improvvisato shampoo come umiliazione e aveva fatto partire la denuncia alla procura di Bergamo, costituendosi parte civile al processo.
Durante le indagini era emerso che due anni prima, nel 2013, il preside aveva costretto un altro studente, colpevole di aver insultato una compagna, a circolare per l’istituto con un cartello sul petto con scritto una choccante frase di scherno. L’interessato aveva incassato la punizione senza problemi e senza denunce. Ma non è servito a nulla: il fatto è emerso nel corso delle testimonianze riguardanti l’episodio del 2015 e per questo tipo di reato si procede d’ufficio!
Secondo il Ds i ragazzi avevano infranto le regole dell’istituto da lui fondato nel 1990, che vanta una notevole rigidità: è vietato portare a scuola giornali, riviste, libri sconvenienti; non si fuma, non si mastica il chewing-gum e quando i professori entrano in classe ci si alza in piedi.
Nonostante tutto ciò, è bene sottolinearlo, il Ds è presente a scuola H 24, ed è sempre a disposizione dei ragazzi.
 

--
--

-
CARTA  DEL  DOCENTE   -   SPENDI  QUI  IL  TUO  BUONO   -   cartadeldocente.istruzione.it
  Acquista i nostri prodotti editoriali: libri cartacei e cd-rom - Una produzione aggiornata periodicamente
-

--
--

-
Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
- -

- -
- -
- -

-

-

-

    In caso di riproduzione 
    totale o parziale dell'Agenzia, 
    è obbligatorio citare la fonte.

® CERIPNEWS  è un dominio 
    registrato (Italian Network 
 Information Center)

  Testata registrata presso 
     il Tribunale di Palermo 
    il  26/10/2001 al n° 23/2001